Categoria: Uncategorized

luglio 13, 2016

Avete già acquistato la crema solare per quest’estate? Noi ne abbiamo selezionate un paio, sicure per la salute e per l’ambiente! Una premessa semplice per comprendere meglio come orientarsi nella scelta. Il fattore di protezione indicato nella confezione (SPF) si riferisce alla schermatura dai raggi UVB ossia quelli a media penetrazione, che possono causare eritemi, ustioni, ma anche l’abbronzatura e l’attivazione della vitamina D. Per essere protetti invece dai raggi UVA, quelli ad alta penetrazione che causano foto invecchiamento e mutagenesi, è necessario sia presente nella confezione il simbolo UVA all’interno di un cerchio. Le creme solari poi si distinguono in due grandi categorie, in base al tipo di filtro utilizzato. I filtri chimici sono molecole capaci di assorbire in modo selettivo le radiazioni e rilasciarle sottoforma di calore; i filtri fisici come L’Ossido di Zinco e il Biossido di Titanio, invece funzionano come uno schermo che riflette e disperde le radiazioni. Ci sono alcuni filtri chimici particolarmente nocivi come L’Oxybenzone (Benzophenone-3) che produce radicali liberi e accumulandosi interferisce con l’attività degli estrogeni (ormoni sessuali); l’Homosalte (HMS) e l’Avobenzone. Non preoccupatevi per questi nomi difficili, i prodotti che potete trovare da noi sono già stati selezionati. Abbiamo scelto la linea Remargin

Posted in Uncategorized by Rita Salmaso
luglio 13, 2016

Adoro i ceci in tutte le forme e consistenze, in genere li cucino come mi ha insegnato una cara amica moglie di un pugliese doc (al sud i ceci sono molto più conosciuti e diffusi!).Vanno ammollati per 12 ore, poi fatti cuocere per due ore immersi in acqua assieme a due carote, una cipolla bianca, una costa di sedano e due foglie di alloro. L’acqua deve coprire completamente i ceci e abbondare di circa tre cm. Una volta raggiunto il bollore si schiuma (togliete con un colino la schiuma che si sarà formata in superficie) e continuate la cottura a fuoco lentissimo. Saranno pronti quando l’acqua si sarà quasi completamente assorbita e le verdure si saranno spappolate creando un delizioso effetto cremoso. Il sale si aggiunge solo a fine cottura. Così sono buoni consumati come secondo piatto, frullati per la pasta e ceci, o come base per l’hummus. E l’alternativa più veloce per gustare i ceci? Eccola! Il mio pranzo di oggi! Una finta frittatta di ceci e cipolle, ottima da mangiare con le mani anche fredda per uno spuntino. Ho cotto un paio di cipolle bianche tagliate sottili in una pentola antiaderente con un cucchiaino di burro chiarificato e un goccino di acqua. Sono pronte quando diventano morbide ed emano un profumino dolce dolce, nel frattempo ho preparato la base per la “frittata” con un bicchiere di farina di ceci (ecco l’alternativa veloce

Posted in Uncategorized by Rita Salmaso
luglio 12, 2016

Gita in Toscana a toccare con mano il Grano Duro biodinamico dell’Azienda Agricola Il Cerreto.

Eccoci tra i campi del Cerreto, l’azienda agricola biodinamica che ci fornisce pasta, farine, cereali, legumi e deliziose passate di pomodoro. Qui siamo tra le spighe di Grano Duro, alte più di noi, bellissime, regali. La cosa che ci colpisce di più sono i lunghi filamenti che si alzano dalle glumette, sembrano dorati raggi di sole. Tutta un’altra cosa rispetto alle spighe di grano che siamo abituati a vedere tra i nostri campi, tutt’altra forza e vitalità. Abbiamo scelto Il Cerreto come nostra ditta fornitrice perché produce con tecniche biodinamiche, in totale rispetto e armonia con la Natura: l’ azienda agricola cura 370 ettari incontaminati tra le colline dell’Alta Maremma Toscana, quotidianamente agisce in sintonia con le forze della terra per creare e mantenere l’ambiente sano, vitale e produttivo. Noi troviamo che i loro prodotti siano eccezionali, la pasta ad esempio ha un sapore unico, è corposa, saziante, naturalmente povera di glutine, non gonfia ed è facilmente digeribile. In negozio abbiamo un paio di esemplari di spighe di questo meraviglioso grano, venite a trovarci per vedere con i vostri occhi quanto sono belle!

Posted in Uncategorized by Gaudenzio Bonato
giugno 7, 2016

I 12 elementi della vita

I sali di Schüssler sono 12 sostanze minerali funzionali per le nostre cellule, svolgono la loro funzione sia all’esterno delle cellule (nel liquido interstiziale) che all’interno delle cellule stesse. Il grado di potenza del sale viene contraddistinto dalla lettera D e si impiega il lattosio per la diluizione. La maggior parte dei sali è assunta in diluizione D6 (1 gr di sale per 1000 kg di lattosio), alcuni invece alla D12 perché così meglio disponibili nell’organismo con questo rapporto. La diluizione è necessaria per rispettare le proporzioni della loro concentrazione all’interno del corpo. N.1 Calcio floratum Sale dell’elasticità: della pelle, dei vasi sanguigni e dei legamenti. Utile in gravidanza per evitare la perdita del tono venoso e l’insorgere delle vene varicose, contrasta la formazione di smagliature, ragadi al capezzolo ma anche l’insorgere di emorroidi o di ragadi anali. Si utilizza inoltre nelle callosità della pelle (ad esempio tagli delle labbra), capello che si spezza, unghie fragili, nella lassità legamentosa (chi va soggetto a storte) oppure nella tendenza alle carie dentarie.   N.2 Calcium phosphoricum Sale delle ossa, dei denti e dei muscoli. Utile in gravidanza quando si presentano crampi muscolari da impoverimento di questo sale e per sostenere la

Posted in Uncategorized by Gaudenzio Bonato
maggio 18, 2016

L’acqua di mare come fonte di vita

Il Plasma di Quinton è acqua di mare oceanica naturale, pescata al largo delle coste d’Arcachon (golfo di Guascogna). Somigliante per composizione al sangue, contiene tutta la classificazione periodica degli elementi, quindi tutti i minerali necessari a mantenere il corpo in uno stato di equilibrio. Si può usare come prevenzione o come terapia. E’ dotato di una importante attività immuno modulante e di un’intrinseca attività antibiotica. L’assunzione del Plasma di Quinton rigenera le cellule, restituisce vitalità e mantiene attivo il sistema immunitario. Al Plasma si possono attribuire più azioni:

  1. Un’azione nutriente – rigenerante grazie alla presenza di 78 elementi completamente bio disponibili in quantità equilibrata per la vita. Si è sicuri in realtà ne contenga altri (tutti i 96 conosciuti) in quantità infinitesimali.
  2. Un’attività metabolica esercitata dai minerali presenti che agiscono come cofattori enzimatici. Facciamo l’esempio di un’auto che deve partire: l’auto è la proteina prodotta dal nostro organismo, l’enzima è la batteria, il minerale è il motorino di avviamento che serve per mettere in moto la macchina sfruttando la batteria (Cofattore = motorino di avviamento, Enzima = batteria, Proteina = macchina). Gli enzimi infatti hanno bisogno di un cofattore per la loro azione. L’azione metabol

Posted in Uncategorized by Gaudenzio Bonato