ARMONICHE RICETTE_ceci che passione!

luglio 13, 2016

Adoro i ceci in tutte le forme e consistenze, in genere li cucino come mi ha insegnato una cara amica moglie di un pugliese doc (al sud i ceci sono molto più conosciuti e diffusi!).Vanno ammollati per 12 ore, poi fatti cuocere per due ore immersi in acqua assieme a due carote, una cipolla bianca, una costa di sedano e due foglie di alloro. L’acqua deve coprire completamente i ceci e abbondare di circa tre cm. Una volta raggiunto il bollore si schiuma (togliete con un colino la schiuma che si sarà formata in superficie) e continuate la cottura a fuoco lentissimo. Saranno pronti quando l’acqua si sarà quasi completamente assorbita e le verdure si saranno spappolate creando un delizioso effetto cremoso. Il sale si aggiunge solo a fine cottura. Così sono buoni consumati come secondo piatto, frullati per la pasta e ceci, o come base per l’hummus.

E l’alternativa più veloce per gustare i ceci? Eccola! Il mio pranzo di oggi! Una finta frittatta di ceci e cipolle, ottima da mangiare con le mani anche fredda per uno spuntino. Ho cotto un paio di cipolle bianche tagliate sottili in una pentola antiaderente con un cucchiaino di burro chiarificato e un goccino di acqua. Sono pronte quando diventano morbide ed emano un profumino dolce dolce, nel frattempo ho preparato la base per la “frittata” con un bicchiere di farina di ceci (ecco l’alternativa veloce) e acqua qb per ottenere un composto leggermente denso, ho aggiunto le cipolle cotte, aggiustato di sale e fatto cuocere nella stessa padella in cui ho cotto le cipolle senza aggiungere ulteriori grassi. Dopo tre minuti girare sottosopra il composto e ultimare la cottura. Lasciar raffreddare e tagliare a spicchi. Io oggi ci ho farcito due fette di pane integrale (bio con lievito madre) spalmate con la mitica mayorice (maionese senza uova di Probios) e guarnito con fettine di zucchina sottolio. Una bontà. Come contorno taccole al vapore e insalatina mista. A anche oggi il pranzo è stato servito!

I ceci sono dei legumi, un’ottima fonte proteica in sostituzione alla carne. Sono ricchi di fibre, quindi aiutano il transito intestinale; per il contenuto di omega 3 e folati sono protettori del sistema cardiovascolare; ricchi di minerali tra cui magnesio, calcio, fosforo e vitamine tra cui la C e quella del gruppo B.

Non dimenticate mai che il cibo cura! E’ la nostra fonte di energia per il corpo, prestarvi attenzione e cura è uno dei passi per stare bene.

Posted in Uncategorized by Rita Salmaso