SEI ANEMICO, ASSUMI FERRO E NON RISOLVI NULLA? CAMBIA STRATEGIA!

settembre 13, 2016

In negozio arrivano spesso persone in anemia che assumono da tanto tempo integratori di ferro senza ottenere risultati. Ecco una possibile spiegazione e un efficace rimedio.

Le tensioni quotidiane, la cattiva alimentazione, l’inquinamento ambientale, l’eccessivo uso di farmaci aumentano il numero dei naturali processi ossidativi che avvengono nel nostro organismo. Il ferro viene coinvolto in questi processi e sottratto alla sua funzione di produzione dell’emoglobina, portando all’anemia. Il Molibdene è un oligoelemento essenziale, antianemico, vitale per i fattori responsabili dell’utilizzazione del ferro. Assumendone alcune dosi durante la giornata sostituisce l’azione del ferro nella riparazione dei processi ossidativi, aumentando la sua disponibilità per la produzione di emoglobina.

Ecco che senza assumere ferro, la mia emoglobina aumenta! Bello perché il molibdene agisce tra l’altro come detossinante.

Approfondimento scientifico

Quando siamo in accesso di radicali liberi non più controllati dal sistema enzimatico epatico (SOD) uno degli elementi che vengono utilizzati dal nostro corpo per bloccare i radica liberi è il ferro. Esso oltre ad essere contenuto all’interno del globulo rosso (EME) si trova nel gruppo EME del citocromo e in tutta la famiglia del citocromo P450, cioè in tutte le parti di disintossicazione a livello epatico. Pertanto se ci si trova in una fase di eccesso di radicali liberi il ferro viene utilizzato per questa priorità e non per produrre emoglobina (Hb) con conseguente anemia. Quindi per aumentare l’attività antiossidante uso il molibdene così rendo libero il ferro per la sintesi dell’ emoglobina. E’ utile inoltre associare una componente aminoacidica per stimolare la sintesi proteica.

Posted in Uncategorized by Gaudenzio Bonato