GHI – le proprietà del burro chiarificato

novembre 30, 2018
le proprietà del burro chiarificato ghi

Il prezioso burro GHI, oro per il nostro intestino!

Cos’è il burro chiarificato GHI o GHEE?

Il GHI è il burro chiarificato che viene prodotto attraverso un processo di bollitura e di schiaritura del classico burro non salato, scaldandolo a fuoco lento per eliminare la parte acquosa, la frazione proteica, zuccherina ed il lattosio in esso contenuto. È quindi grasso puro al 100%.

È un prodotto alimentare che viene prodotto anche nelle nostre zone montane perchè più facile da conservare rispetto al classico burro.

In India viene usato come medicina, oltre che come alimento, infatti, molte preparazioni ayurvediche prevedono l’incorporazione in questo burro perchè, già allora, si sapeva che nel nostro intestino ciò che è liposolubile viene assorbito in modo migliore.

Se per esempio devo assumere una capsula di un elemento fitoterapico (equiseto, ortica), la apro ed incorporo la polvere nel burro, magari con una piccolissima quantità di piperina, l’assorbimento risulta molto migliorato.

Il GHEE ha anche un’azione antiacido se usato in piccole quantità, perchè va a coprire il “fuoco” ed a riparare le mucose dell’apparato.

Nel burro abbiamo una molecola, la tributilina, che con la sua scomposizione, ad opera della flora batterica, genera tre molecole di acido butirrico che è considerato il più potente antitumorale a livello intestinale; inoltre è dimostrato che una soluzione di butirrato migliora di oltre il 50% le problematiche del morbo di Crohn.

È  importante ricordare che sarebbe opportuno, prima di sottoporsi a dei cicli di chemioterapia trattare il paziente con degli oligosaccaridi (FOS), inulina e glutammina come impermeabilizzanti ed antiinfiammatori per l’intestino.

È ricco in acidi grassi saturi, di facile assorbimento e digeribilità. La restante parte è costituita da acidi grassi monoinsaturi (27%) e acidi grassi polinsaturi (4-5%). Il grado d’assorbimento a livello intestinale è molto alto, circa il 96%, decisamente superiore al normale burro e a tutti gli altri grassi e oli.

A differenza di quanto siamo abituati a sentire, non dobbiamo avere paura dei grassi saturi se assunti moderatamente, perchè questi costituiscono il 50% delle membrane cellulari. Senza di loro, la cellula non avrebbe la necessaria rigidità e non potrebbe sopravvivere, né funzionare adeguatamente. Le nostre cellule scelgono preferibilmente i grassi monoinsaturi e i grassi saturi da incorporare nella loro membrana. I grassi saturi, inoltre, sono fondamentali per la salute delle ossa, abbassano i livelli di Lipo Proteina, un indicatore di rischio cardiovascolare, proteggono il fegato dai danni dell’alcol e migliorano l’assorbimento degli acidi grassi essenziali (omega-3 e 6). Il grasso che circonda il cuore è altamente saturo e il cuore stesso “si nutre” di questi grassi, soprattutto quando è sotto stress. L’acido stearico, grasso saturo presente anche nel Ghee, è uno dei suoi preferiti.

Come già accennato, un altro acido saturo a corta catena di estremo interesse presente nel Ghee è l’acido butirrico, che è in grado di impedire la trasformazione cancerogena delle cellule del colon. Infine, il Ghee contiene anche delle preziosissime vitamine liposolubili (A, D, K, E – le vitamine A ed E sono antiossidanti e sono utili per prevenire le lesioni ossidative del nostro corpo) e l’acido linoleico coniugato, che ha dimostrato proprietà antitumorali. Oltre alla vitamina E il Ghi contiene beta-carotene, entrambi antiossidanti conosciuti.

Il consumo del Ghee a dosaggi terapeutici non altera i valori del colesterolo; anzi sarebbe in grado di ridurre il colesterolo LDL. Ma ricordiamo che anche il colesterolo è un prezioso costituente delle membrane cellulari ed indispensabile per il nostro corpo, non va pertanto demonizzato.

Quali sono le proprietà del GHEE?

Il Ghee è indicato come tonico di supporto negli stati di debilitazione e convalescenza.

Aiuta i processi digestivi: dall’assorbimento all’assimilazione del cibo.

Rafforza il sistema nervoso ed il cervello essendo un nutrimento per questi importanti organi.

Non di secondo piano la sua funzione di sostegno ai reni, al fegato ed alla memoria.

Il Ghee è ottimo in cucina, anche per friggere avendo un punto di fumo elevato e secondo la cucina ayurvedica, è considerato un elisir di lunga vita e giovinezza.

Posted in Uncategorized by Gaudenzio Bonato